Il Ministro Martina fa il punto dopo i primi 4 mesi alle Politiche Agricole

Il ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina ha discusso i primi esiti dell’attività svolta a capo del Ministero nei primi 120 giorni di mandato. Alla conferenza stampa, oltre allo stesso Martina, presenti anche il viceministro Andrea Oliviero e il sottosegretario Giuseppe Castiglione. Il Ministro ha ribadito l’importanza dei primi traguardi raggiunti dalle Politiche Agricole sotto la sua guida, a cominciare dall’accordo con le Regioni per l’attuazione a livello nazionale della riforma della PAC e proseguendo con lo sblocco dei pagamenti per le imprese ad opera di Agea e al parallelo sblocco delle risorse destinate al programma di aiuti agli indigenti. In particolare, Martina ha voluto soffermarsi sul decreto pubblicato ieri, 25 giugno, sulla Gazzetta Ufficiaale, che contiene al proprio interno una serie di norme relative all’iniziativa #campolibero.
Con l’eccezione della misura relativa all’introduzione del Registro Unico dei Controlli, per la quale bisogna attendere il decreto attuativo che verrà realizzato insieme al Ministero dell’Interno, Martina ha ribadito che tutte le restanti norme sono già pienamente operative: azioni per i giovani agricoltori, detrazioni Irap, azioni relative alla questione Terra dei Fuochi, norme per la costituzione di reti di impresa,sanzioni anti OGM e produzione di mozzarella di bufala Dop sono quindi già una realtà.
Riguardo #campolibero, il Ministro ha ribadito l’invito alle associazioni di categoria di presentare le novità introdotte dal Piano anche con lo scopo di ricevere osservazioni e segnalazioni riguardo possibili miglioramenti da introdurre nel Piano stesso. Martina ha definito quanto fatto fino ad ora come il risultato di un lavoro di squadra con tutto il Mipaaf, definendosi orgoglioso per quanto realizzato fino ad oggi, in grado di rimettere le politiche agricole “al centro dell’agenda di governo”.
I primi quattro mesi di attività del ministero hanno visto in particolare al centro delle attività la spending review, il tavolo sui nitrati, i tavoli di filiera per il settore suinicolo e lattiero caseario e, ovviamente, l’Expo 2015. Martina ha concluso ricordando che si troverà negli USA nei prossimi giorni in occasione della rassegna Fancy Food e che con l’occasione discuterà con il collega statunitense anche in merito ai negoziati sull’accordo di libero scambio UE-USA. Aggiungendo che chiederà “interventi più robusti sul divieto di evocazione dei prodotti italiani”.
Fonte: Agrapress

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *