Suolo e Salute

Tag Archives: Regione Toscana

Regione Toscana: tempo fino al 15 maggio per presentare le domande per premi Pac e Psr

La Regione Toscana apre le porte alla presentazione delle domande per i Premi Pac e Psr 2017.

Le aziende agricole avranno tempo fino al 15 maggio 2017 per presentare le istanze relative sul portale di Artea, l’Ente pagatore in agricoltura.

I settori che potranno usufruire degli aiuti sono superfici agricole e “capo animale”.

I Premi Pac e Psr rappresentato spesso un sostegno importante per le aziende agricole, in alcuni casi una vera e propria boccata d’ossigeno. Nella Regione Toscana, gli aiuti, tra i più importanti messi in atto dalla Politica Comune Europea, potranno coinvolgere circa 38mila imprese agricole, per un importo complessivo che supera i 160 milioni di euro.

Come saranno erogati i Premi Pac della Regione Toscana

La Regione Toscana prevede di erogare i Premi Pac e Psr in più fasi, seguendo una precisa articolazione definita dal Regolamento UE 2013/1307.

La prima fase è contraddistinta dal “pagamento di base”, una quota di aiuti calcolata in base alla superficie agricola ammissibile a tale regime. Si tratta di seminativi, prati e colture permanenti.

La seconda fase, che prende il nome di “inverdimento” o “greening”, riguarda la remunerazione destinata a tutte quelle Aziende beneficiarie che mettono in atto pratiche agricole sostenibili a beneficio del clima e dell’ambiente.

Tramite l’accesso alla Riserva Nazionale Titoli, saranno invece messi a disposizione i premi per “nuovi agricoltori”. Si tratta, in sostanza, di un’integrazione di premio nelle aziende formate da “giovani agricoltori”, beneficiari con età non superiore a 40 anni.

Infine, sono previsti dei sostegni specifici definiti “accoppiati” e destinati a sostenere tutte quelle misure inerenti i settori della zootecnia (bovini ed ovi-caprini), frumento duro, colture proteiche e proteaginose, riso, barbabietola da zucchero, pomodoro da industria, olio di oliva (quest’ultimo per superfici iscritte alle denominazioni IGP e DOP).

Domande Psr Regione Toscana

Al via anche la compilazione delle domande di pagamento del Programma di Sviluppo Rurale. In particolare, sono attive le Misure 214a e 214b1 della programmazione 2007-2013 e le nuove Misure 11 e 10.1.4 della programmazione 2014-2020, riguardanti le aziende con impegni agro-ambientali (agricoltura biologica, agricoltura integrata, razze in via di estinzione).

Le imprese agricole della Regione Toscana interessate dagli interventi sono circa 5 mila.

Anche in questo caso, le domande dovranno essere presentate entro il 15 maggio 2017.

 

Fonti:

http://www.agi.it/regioni/toscana/2017/03/09/news/agricoltura_toscana_via_alle_domande_per_i_premi_pac_e_psr-1568479/

http://www.toscana-notizie.it/-/agricoltura-via-alle-domande-per-i-premi-pac-e-psr

In Toscana una cabina di regia per la tutela del bio. Il plauso di Federbio

La Regione Toscana, assieme al commissario di area vasta sud della sanità, Enrico Desideri, e al presidente e fondatore di Aboca Valentino FauchageMercati, ha deciso di istituire una cabina di regia per l’agricoltura di qualità. La decisione arriva in seguito alle lamentele dei giorni scorsi di Aboca, in merito all’impossibilità di estendere le proprie coltivazioni in Valtiberina per via dell’uso massiccio di pesticidi in molte zone dell’area.

La cabina di regia coinvolgerà tutti i soggetti interessati, al fine di garantire sia livelli ottimali di salute e qualità ambientale, che la coabitazione tra due attività agricole fondamentali per la regione: le coltivazioni biologiche e le colture di tabacco e mais che fanno uso di pesticidi.

Secondo Marco Remaschi, assessore regionale all’agricoltura, e Vincenzo Ceccarelli, al governo del territorio:  È emersa una comune volontà di trovare soluzioni condivise e non c’è alcuna intenzione né di delocalizzare né di mettere a rischio l’occupazione“.

Così, l’azienda rimarrà in Toscana, tenendo fede ai progetti di investimento iniziali.

Sulla vicenda si è espressa anche FederBio, la Federazione Italiana Agricoltura Biologica e Biodinamica, che ha apprezzato gli sforzi congiunti nel creare una cabina di regia a favore dell’agricoltura di qualità, in particolare per la prevenzione e gestione delle situazioni inerenti le contaminazioni accidentali che sfavoriscono l’agricoltura biologica.

Paolo Carnemolla, Presidente di FederBio, ha così commentato l’iniziativa: “Apprezziamo il coraggio, la concretezza e l’equilibrio con cui l’assessore all’agricoltura della Regione Toscana Marco Remaschi ha affrontato rapidamente un tema rilevante per il settore biologico come quello del rischio delle contaminazioni accidentali in territori a agricoltura convenzionale intensiva. La questione è ormai urgente anche in altri territori del Paese, dato che il biologico sta crescendo mentre non cala affatto l’utilizzo di diserbanti e fitofarmaci. Per questo supportiamo l’iniziativa della Regione Toscana e ci auguriamo che possa essere di esempio per altre Regioni con situazioni simili”.

La Toscana ha così dato avvio a un’iniziativa, di sicuro interesse generale per l’intero settore nazionale, che risolve, in parte, un tema critico in alcuni contesti territoriali di agricoltura integrata.

FederBio, come federazione interprofessionale di settore, si rende da subito disponibile a una eventuale partecipazione alla cabina di regia, potendo contribuire concretamente e in forma aggregata anche attraverso la rete degli organismi di certificazione di settore che operano in Regione Toscana, controllando oltre il 95% degli operatori biologici iscritti nell’Albo regionale.

 Fonti:

http://www.toscana24.ilsole24ore.com/art/oggi/2015-12-03/regione-vuole-cabina-regia-151306.php?uuid=gSLAXg4CSB

http://www.feder.bio/comunicati-stampa.php?nid=969

Regione Toscana: 17 milioni riservati all’agricoltura biologica

La Regione Toscana ha messo a disposizione 17 milioni di euro alle aziende che producono in agricoltura biologica, o che eventualmente vorranno iniziare a farlo. Il tempo rimasto per accedere ai finanziamenti è poco, infatti le aziende interessate alla misura 11 “Agricoltura Biologica” del nuovo Programma di Sviluppo Rurale, possono presentare domanda fino al 15 maggio, presso il Sistema Informativo ARTEA. Ci sarà modo per gli eventuali richiedenti di godere dei benefici, già a partire dal 2015, e questo rimanendo in attesa che venga approvato definitivamente il PSR 2014-2020 da parte della Commissione.

Possono presentare domanda anche coloro che alla data del 17 maggio 2015 concludono l’impegno quinquennale relativo all’azione 214 a.1 denominata “Introduzione o mantenimento dell’agricoltura biologica” della precedente programmazione 2007-2013.

agricoltura-toscana

La misura 11 prevede come impegno il rispetto di quanto stabilito dal regolamento (CE) n. 834/2007 del Consiglio relativo alla produzione biologica e all’etichettatura dei prodotti biologici e dal regolamento (CE) n.889/2008 della Commissione recante modalità di applicazione del regolamento (CE) n.834/2007. Pur richiamando l’azione 214 a.1 della precedente programmazione 2007-2013 gode di alcune semplificazioni, quali:

  1. non sono previsti impegni aggiuntivi come l’effettuazione delle analisi del terreno e l’obbligo della raccolta delle produzioni;
  2. i premi, di entità superiore rispetto alla precedente programmazione, sono stati raggruppati in macrocategorie facilitando le procedure di pagamento;
  3. il pagamento del premio per l’ introduzione o il mantenimento del metodo di produzione biologica viene riconosciuto a livello di UTE e non di singola superficie, facilitando anche in questo caso le procedure di pagamento.

La novità principale riguarda lo status del richiedente: oltre ad essere iscritto all’elenco regionale toscano degli operatori biologici deve essere in attività ai sensi del decreto del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali del 18 novembre 2014 “Disposizioni nazionali di applicazione del Regolamento (UE) n.1307/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 dicembre 2013″- art.3 “Agricoltore in attività”.

Fonti

http://www.versiliatoday.it/2015/05/07/agricoltura-bio-via-al-bando-per-accedere-ai-contributi/

http://www.greenreport.it/news/agricoltura/dalla-toscana-17-milioni-di-euro-per-lagricoltura-biologica/