Il CREA, Centro di Ricerca Orticoltura e Florovivaismo, propone una giornata di incontro tra ricercatori e operatori del settore interessati al biologico

Il settore del biologico offre interessanti opportunità di reddito agli agricoltori, ma ci sono anche problemi di ordine tecnico da risolvere

L’agricoltura biologica è in costante crescita, lontano è ormai il ricordo di un mercato di nicchia. Per questo il settore del biologico offre interessanti opportunità di reddito agli agricoltori, che però devono affrontare e risolvere problemi di ordine tecnico per convertirsi a un’agricoltura più sana e sostenibile, in una parola: biologica.

Per questo motivo il CREA Centro di Ricerca Orticoltura e Florovivaismo (organismo che svolge ricerche con approcci integrati e multidisciplinari per il miglioramento genetico, la valorizzazione della biodiversità, l’innovazione agronomica e la coltivazione biologica di specie orticole, aromatiche e floricole ‐ ornamentali) propone una giornata di incontro tra ricercatori e operatori del settore interessati al biologico

I temi saranno il miglioramento genetico del pomodoro secondo un approccio tradizionale, partecipativo e con applicazione della biologia molecolare (Progetti LIVESEED e BRESOV),la diversificazione colturale attraverso la consociazione (coltivazione a strisce) e l’introduzione di colture minori (Progetto DIVERIMPACTS), la nutrizione delle piante orticole mediante diverse matrici fertilizzanti organiche e il potenziamento delle interazioni rizosferiche (Progetto SUREVEG), la tracciabilità delle produzioni biologiche rispetto alle produzioni convenzionali (Progetto INNOVABIO), la qualità delle produzioni orticole trasformate con impianti miniaturizzati (Progetto FAVORDENONDE).

L’incontro si terrà il Giovedì 05 Luglio 2018 a Monsampaolo del Tronto(AP), in Via Salaria 1, a partire dalle 8.30, di seguito il programma.

PROGRAMMA

8.30 ‐ 9.30 ‐ registrazione in campo

09.30 ‐ 13.00 ‐ visita interattiva ai campi biologici

 

-Saluti e presentazione del Centro

Teodoro Cardi (Direttore CREA Centro di Orticoltura e Florovivaismo)

-Introduzione alla giornata

Gabriele Campanelli (Ricercatore CREA)

 

Parte prima: il punto di vista dei portatori di interesse

-Agricoltura biologica: problematiche e aspettative degli imprenditori agricoli.

Roberto Battaglia (Presidente CIA province di L’Aquila ‐ Teramo)

-Popolazioni e varietà adatte al bio: le nuove sementi per il biologico.

Riccardo Bocci (Rete semi rurali e partner progetto LIVESEED)

-Problematiche nella moltiplicazione e nella commercializzazione delle sementi biologiche.

Antonio Lo Fiego (Arcoiris sementi e partner progetto LIVESEED)

-Esperienze di un fornitore di mezzi tecnici: evoluzione dell’approccio tecnico tra nutrizione e difesa.

Alfredo Piunti (P.B.E. SRL Grottammare, AP)

-La nuova sensibilità della ricerca per l’approccio partecipato.

Paolo Mucci e Laura Ridolfi (Associazione Sviluppo Rurale e partner progetto DIVERIMPACTS)

 

Parte seconda: le attività del mondo della ricerca

-La ricerca di ISI sementi per il miglioramento genetico delle orticole, il suo ruolo in LIVESEED.

Massimiliano Beretta (Isi Sementi e partner progetto LIVESEED)

-La qualità delle produzioni orticole dal campo alla trasformazione con impianti miniaturizzati: risultati progetto FAVORDENONDE.

Roberto Loscalzo (CREA)

-Presentazione dei progetti di ricerca per il biologico e visita interattiva delle prove in campo: DIVERIMPACTS, SUREVEG, LIVESEED, INNOVABIO, BRESOV.

Gabriele Campanelli, Nazzareno Acciarri,

Francesco Montemurro, Sara Sestili (CREA)

 

13.00 ‐ 14:00 ‐ light lunch

 

Fonte: https://www.wwoof.it/it/calendario/i-2-3789D9A0-0F2F-4775-8E68-05FD9AF64857_201807050630

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *