Al fine di consentire scambi commerciali di prodotti biologici certificati verso paesi extra europei, l’Unione Europea ha stipulato accordi di equivalenza con i seguenti paesi:

  • Argentina, Australia, Canada, Corea del Sud, Costa Rica, Giappone, India, Israele, Stati Uniti (NOP), Svizzera, Tunisia, Nuova Zelanda

Gli accordi assicurano ai consumatori e agli operatori che, da qualunque paese provengano, le regole adottate per il biologico sono applicate e verificate in ogni fase della filiera di produzione, trasformazione e commercializzazione e sono quindi equivalenti al Reg CE 834/2007.

Per tutti i paesi non equivalenti è possibile l’importazione di prodotti biologici nella UE solo se l’operatore esportatore (e gli operatori a monte) è certificato da un organismo di certificazione riconosciuto equivalente dalla UE per la specifica categoria di prodotti (cfr. allegato IV del reg. CE 1235/2008).

 

Leave a comment