Suolo e Salute

Tag Archives: giornata mondiale dell’alimentazione

IL 16 OTTOBRE È STATA LA 75.ma GIORNATA MONDIALE DELL’ALIMENTAZIONE

IL 16 OTTOBRE È STATA LA 75.ma GIORNATA MONDIALE DELL’ALIMENTAZIONE

Il 16 ottobre è stata la 75.ma Giornata Mondiale dell’Alimentazione e come ogni evento del 2020 è stato condizionato dall’emergenza pandemica da Covid-19.

 

La lotta allo spreco: uno degli argomenti principali

L’utilizzo delle risorse alimentari ed ambientali è sempre un argomento molto caldo e d’interesse comune. Durante l’evento virtuale organizzato dalla FAO, che nel contempo ha festeggiato i suoi 75 anni dalla fondazione, sono stati esaminati i grandi passi in avanti in materia di spreco alimentare e di depauperamento ambientale. Inoltre si è discusso anche dei circa 2 miliardi di persone che ancora non hanno accesso ad una regolare disponibilità di cibo e di quanto l’emergenza Covid-19 possa aumentare il rischio di disuguaglianza su questo tema.

 

La legge “Antispreco”

Nella stessa giornata, ma in diverso contesto, l’On. Maria Chiara Gadda ha parlato della legge 166/2016 cosidetta “Antispreco”. L’Onorevole ha sottolineato quanto, in questi quattro anni, il recupero delle eccedenze alimentari sia aumentato del 20-25%, registrando sempre un trend positivo. Il suo intervento ha anche sottolineato quanto il processo di recupero debba essere portato anche alla raccolta dell’ortofrutta in campo. Proprio in quelle fasi si manifesta il primo grande spreco di prodotto disponibile ma non a disposizione dei più bisognosi.

 

La data di scadenza

Molta attenzione viene dato alla lettura della data di scadenza, cercando di far capire al consumatore che la data di scadenza, presenta la data in cui il prodotto potrebbe cominciare a perdere le sue proprietà organolettiche. Tali prodotti invece di essere spesso smaltiti potrebbero essere consumati nell’ambito della lodevole fornitura pasti per i più bisognosi messa in atto dagli enti caritatevoli.

Un sistema alimentare sostenibile

L’agricoltura biologica è la chiave per uno sviluppo alimentare sostenibile, riuscendo a dare una maggiore sicurezza alimentare, e maggiore lotta alla fame nel mondo garantendo un prodotto più sano e sostenibile. Inoltre permette, soprattutto ai piccoli agricoltori delle aree meno sviluppate del pianeta, di avere più redditività ed indipendenza dalle multinazionali del cibo.

 

Fonte: greenplanet.net