Suolo e Salute

Tag Archives: Cosmoprof

La cosmesi bio alla conquista del Cosmoprof

Cosmesi bio e prodotti naturali al Cosmoprof: il cambiamento raggiunge anche la fiera mondiale di Bologna.

Si è da poco conclusa la 50 edizione di Cosmoprof Worldwide Bologna, la fiera leader mondiale per il business della cosmetica e della bellezza.

L’edizione di quest’anno, che si è tenuta dal 17 al 20 marzo 2017, ha confermato la natura internazionale dell’evento, con le sue diramazioni in Asia e Nord America.

Cosmoprof in numeri

Rispetto all’edizione dello scorso anno, la fiera del 2017 ha registrato un più 16% di operatori stranieri.

Oltre 250 mila persone, provenienti da 150 Paesi, hanno visitato l’esposizione. 2.677 le aziende espositrici provenienti da 69 Paesi.29 collettive: Australia, Belgio, Brasile, Bulgaria, California, Cina, Corea del Sud, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Israele, Indonesia, Marocco, Olanda, Pakistan, Perù, Polonia, Spagna, Stati Uniti, Taiwan, Turchia, Ungheria e, per la prima volta, Argentina, Cile, Giappone, Lettonia ed Emirati Arabi Uniti/Dubai.

Un successo preannunciato, per un settore che nel 2016 ha confermato un trend di crescita, con un fatturato globale pari a 10,5 miliardi di euro (+3%).

Focus sul Bio

Tra i prodotti presenti nei padiglioni espositivi della fiera, una menzione particolare deve essere fatta per i cosmetici naturali e vegani (cruelty-free, gluten-free e preservative-free).

Le aziende operanti nel settore della bio-cosmesi erano riunite nel padiglione 21N della Fiera Cosmoprof.Un’area espositiva ricca di novità che ha attratto tantissimi visitatori.

Tra gli espositori, anche NATRUE, l’Associazione Internazionale per la Cosmesi Naturale e Biologica con sede a Bruxelles, che detta i principali standard per la certificazione di cosmetici bio. Con quasi 50 associate in 30 nazioni, NATRUE festeggia quest’anno il suo decimo anniversario. Anni di attività che hanno consentito all’azienda di arrivare ad assegnare il proprio marchio a 230 brand. Per un totale di 4.800 prodotti.

Un settore sempre più ricercato, quello della cosmesi bio certificata, in cui i prodotti devono rispettare elevati standard produttivi. Derivati di origine petrolifera, paraffine, siliconi, formaldeide e parabeni sono qui completamente banditi. Questi ingredienti, molto comuni nei cosmetici tradizionali presenti in commercio, vengono sostituiti con derivati vegetali, provenienti da agricoltura biologica.

Perché una certificazione biologica dei prodotti cosmetici

La certificazione aiuta il consumatore a riconoscere prodotti realizzati veramente con ingredienti naturali. Si tratta di uno standard chiaro, condiviso a livello internazionale che fornisce una garanzia sulla qualità del cosmetico che si sta acquistando.

In una fiera generalista qual è Cosmoprof, il comparto bio risulta essere ancora un mercato di nicchia. Eppure, il cambiamento inizia ad avvertirsi anche qui, con visitatori sempre più attenti e informati.

Fonti:

http://www.greenplanet.net/pi%C3%B9-spazio-alla-bio-cosmesi-al-cosmoprof-di-bologna

http://www.cosmoprof.it/

Bologna, la fiera Cosmoprof ospiterà un’area dedicata ai cosmetici bio

Dal 17 al 20 marzo 2017, andrà in scena la 50esima edizione di Cosmoprof Worldwide Bologna, piattaforma internazionale per il business della cosmetica e del benessere. Si tratta di una fiera leader a livello mondiale per il settore della bellezza professionale. Nel 2016, l’evento si è sviluppato su una superficie espositiva da 90mila mq, ospitando 200mila visitatori, 2.500 espositori (di cui circa il 75% stranieri) e 25 Collettive Nazionali.

L’edizione dell’anno prossimo sarà arricchita dalle proposte biologiche nel settore. ‘BeOrganic‘ sarà infatti l’area completamente dedicata alle aziende che realizzano prodotti cosmetici biologici. Gli stand di BeOrganic andranno ad arricchire l’offerta espositiva di ‘Cosmoprime’, spazio anteprima di Cosmoprof. Sarà possibile visitare tale area dal 16 al 19 marzo prossimi.

Gli espositori che presenteranno i propri prodotti biologici, potranno utilizzare l’etichetta BeOrganic, per farsi riconoscere immediatamente come aziende certificate “organic beauty”.

cosmesi-bio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Agli stand saranno ammessi solo i produttori che si attengono al Regolamento Europeo 1223/2009, alla certificazione USDA Organic e al California Organic Products Act of 2003, tutti strumenti per il riconoscimento della piena qualità e conformità dei prodotti cosmetici bio. Grazie alle certificazioni è possibile distinguere questi cosmetici dai prodotti cosiddetti ‘naturali’, che sono privi di ftalati e parabeni, ma non hanno conseguito una standardizzazione specifica.

Quello della biocosmesi è ormai un mercato consolidato. Le ultime stime parlano di un fatturato pari a 11,6 miliardi di dollari, cifra riferita al 2014. Il dato corrisponde a circa il 2% di tutte le vendite di cosmetici nel mondo.

In Italia il settore si attesta sui 320 milioni di euro, con una quota di mercato pari al 3%.

Numeri che le previsioni vogliono in crescita: ci saranno nazioni che incrementeranno del 10-20% annuo le loro vendite, soprattutto in Asia. Anche Stati Uniti e Germania dovrebbero raggiungere la doppia cifra.

FONTI:

http://www.cosmoprof.it/

http://it.fashionnetwork.com/news/Al-prossimo-Cosmoprof-per-la-prima-volta-un-area-dedicata-alle-aziende-biologiche,748518.html#.WBpZl9LhDIV

http://estetica.it/it/a/beorganic-cosmoprof-worldwide-bologna

http://www.adnkronos.com/sostenibilita/tendenze/2016/09/22/cosmesi-ecobio-mercato-globale-miliardi-dollari_ECa3RLl4VNZBeca9KTQwNI.html?refresh_ce