Suolo e Salute

Tag Archives: agricoltura pac

Regolamento “Omnibus”, importanti novità dall’Ue sulla PAC

Il Consiglio Agricoltura convocato a Lussemburgo ha annunciato lo sblocco dell’iter della parte agricola del cosiddetto regolamento “Omnibus”. Il provvedimento è in discussione per introdurre l’applicazione di una serie di riforme nella PAC del 2013.

Ad annunciarlo è il ministro delle Politiche Agricole italiano, Maurizio Martina, a margine dell’appuntamento. La Commissione europea aveva presentato il regolamento a fine 2016. Le modifiche erano state invece proposte attraverso un rapporto firmato dagli europarlamentari Paolo De Castro e da Albert Dess (Germania), con il contributo di Michel Dantin (Francia).

Superate le divergenze iniziali, i Paesi Membri hanno trovato un accordo sugli emendamenti suggeriti dall’Europarlamento. Vediamo tutte le novità.

Regolamento “Omnibus”: tutte le principali novità

Il Mipaaf elenca le principali novità introdotte nel pacchetto Omnibus. Vediamole insieme:

  • Maggiore flessibilità nell’identificazione dell’agricoltore attivo, nell’applicazione degli aiuti accoppiati e per i piccoli agricoltori;
  • Semplificazione nelle regole del greening, con la possibilità di aumentare il pagamento di base in favore degli agricoltori più giovani;
  • Gestione del rischio: la soglia minima per consentire l’erogazione di risarcimento in caso di danno dovrebbe passare dal 30 al 20%;
  • Stabilizzazione del reddito attraverso i fondi di mutualizzazione;
  • Novità sulla misura consulenza aziendale che fino a oggi risultava largamente inapplicata;
  • OCM: rafforzato il ruolo delle organizzazioni dei produttori in tutti i settori.

Pacchetto Omnibus, la soddisfazione del Ministro Martina

Sulle novità si attende ora l’accordo definitivo in CSA, che dovrebbe arrivare lunedì prossimo, 16 ottobre. Intanto, il Ministro Martina esprime soddisfazione per i passi avanti registrati:

«Sono molto soddisfatto dei miglioramenti apportati al pacchetto Omnibus. In questi mesi abbiamo lavorato molto intensamente, anche con incontri bilaterali con la Commissione, a livello tecnico e politico, per misure concrete di semplificazione e tutela dei nostri agricoltori, per una politica agricola davvero più vicina alle esigenze delle imprese».

In particolare, Martina ringrazia Paolo De Castro, “che ha dato un contributo decisivo per migliorare i testi”. Il titolare del dicastero dell’agricoltura si sofferma inoltre sul lavoro svolto dal Commissario Phil Hogan e sulla Presidenza di turno dell’Estonia, ringraziando “in particolare il Ministro Tarmo, al quale avevo rappresentato ai primi di settembre l’importanza di un accordo ambizioso nel contesto del negoziato su Omnibus. Mi auguro si chiuda presto”.

FONTI:

https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/11738

http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/altrenews/2017/10/09/agricoltura-martina-da-paesi-ue-ok-a-semplificazione-pac_8b16d6cb-32f2-4dcc-a624-def4689f54c3.html

Pagamento anticipi PAC: 1 miliardo di euro a 500mila imprese agricole

pac
Con una nota del primo dicembre, il Ministero delle Politiche Agricole alimentari e forestali ha reso nota la conclusione del pagamento degli anticipi 2016 della Domanda unica Pac. Come da prassi, l’erogazione è stata effettuata dall’Agea, l’Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura. Le procedure di pagamento si sono concluse ufficialmente il 28 novembre scorso.

PAC: erogato 1 miliardo di euro

Nello specifico, il valore degli importi erogati è stato di oltre un miliardo di euro, destinati a circa 500mila aziende agricole. A 100mila piccoli agricoltori sono stati inoltre versati 47 milioni di euro.

Alle aziende del Centro Italia colpite dal terremoto, ad agosto e ottobre 2016, sono stati erogati anticipi per 69 milioni di euro. In questa tranche sono rientrate circa 33mila aziende agricole.

Si tratta di un aumento rispetto al 2014, di quasi 200 milioni di euro. Nell’ultimo anno della vecchia programmazione, infatti la cifra si fermava a 813 milioni di euro.

Aumenti ancora più consistenti rispetto allo scorso anno: nel 2015, la cifra è stata di 731 milioni di euro.

Si tratta di “un sostegno concreto alle aziende, importante soprattutto per chi è stato colpito dagli eventi sismici”, ha commentato Maurizio Martina, Ministro dell’Agricoltura. I fondi Pac sono “delle risorse fondamentali, che sono ora nella disponibilità delle aziende agricole. Serviranno per contribuire alla loro crescita e per il miglioramento del loro lavoro”, conclude.

Agea ricorda inoltre di aver predisposto un piano operativo per la verifica delle istanze di riesame pervenute. Il riferimento è ai pagamenti relativi alle campagne degli anni precedenti, bloccati a causa di alcune anomalie riscontrate nel processo che hanno impedito la distribuzione dei fondi nei termini previsti.

Pac post-2020: le proposte di riforma

La Politica Agricola Comune (PAC) è l’insieme di regole che l’unione Europea si è data per riconoscere la centralità del comparto agricolo nello sviluppo equo e stabile dei Paesi membri. Già nel 2011, la Commissione europea aveva adottato una serie di proposte legislative per la riforma della PAC 2014-2020.

Oggi si rende necessaria un’ulteriore opera riformatrice. Pochi mesi fa, lo ricordiamo, il Parlamento Europea dava il suo via libera all’approvazione dell’iniziativa Pac post-2020.

Gli obiettivi principali della proposta erano il perseguimento della semplificazione burocratica, l’incremento degli stanziamenti e una rinnovata attenzione ai giovani agricoltori e alle piccole e medie imprese agricole, il 79% delle realtà produttive europee.

Essendo una risoluzione “di iniziativa” non è vincolante. Si attende, dunque, l’approvazione delle linee guide indicate da parte della Commissione Europea.

FONTI:

https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/10674

http://www.agea.gov.it/portal/page/portal/AGEAPageGroup/HomeAGEA/home

https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/4277

http://www.suoloesalute.it/pac-post-2020-piu-semplice-attenta-ai-giovani-allinnovazione/