Vino biologico: una festa a Roma per celebrare il Made in Italy

Appuntamento a Roma con il vino biologico Made in Italy.

Nomisma Wine Monitor e Agenzia ITA danno appuntamento al settore del vino bio per il prossimo 18 luglio, a partire dalle ore 10:30. Lo scenario che accoglierà il “Vino Bio Day” – questo il titolo dell’evento – sarà la Sala Pirelli ICE, in via Liszt 21.

L’incontro sarà l’occasione per favorire una riflessione sul ruolo e le opportunità del vino biologico Made in Italy sui mercati esteri. In particolare, durante il convegno “saranno approfondite le opportunità e i percorsi di promozione del vino con un focus in particolare su Germania e Regno Unito e saranno presentate alcune case history di successo”, spiegano gli organizzatori in una nota.

Ecco tutti i dettagli sul programma e i relatori dell’evento.

Il Vino Biologico Made in Italy nel mondo: appuntamento a Roma

Vino Bio Day – Ruolo e opportunità del vino bio Made in Italy sui mercati esteri”, questo il titolo completo del convegno romano organizzato da Nomisma e Agenzia ITA.

A partire dalle 10:30 si apriranno le registrazioni dei partecipanti con un caffè di benvenuto. I saluti introduttivi saranno affidati a Piergiorgio Borgogelli, direttore di ICE-Agenzia, e a Maria Ines Aronadio, dirigente dell’Ufficio Agroalimentare e Vini di ICE-Agenzia.

Si entrerà poi nel vivo dell’appuntamento con tre interventi da parte di specialisti del settore:

  • Dimensione e posizionamento del vino biologico italiano sui mercati internazionali”, focus illustrato da Silvia Zucconi di Wine Monitor Nomisma
  • Vino Bio: cosa ne pensa il consumatore?”, a cura di Evita Gandini di Wine Monitor Nomisma
  • Opportunità e percorsi di promozione del vino bio italiano – Focus su Germania e Regno Unito

Sarà poi la volta di Silvano Brescianini, vicepresidente dell’azienda Barone Pizzini, che illustrerà la storia della sua impresa come case history di successo nel comparto biologico del vino.

Chiuderanno i lavori Lamberto Frescobaldi, Vice Presidente di UIV, e Paolo Carnemolla, Presidente di Federbio.

A moderare il convegno, Lorenzo Tosi di Vigne e vini.

Vino biologico italiano: un mercato in crescita

Proprio Nomisma con il suo Wine Monitor contribuisce a realizzare, ogni anno, la fotografia del vino bio Made in Italy. E non solo.

Secondo gli ultimi rilevamenti, tra il 2004 e il 2015, il numero di viticoltori che abbracciano il biologico è cresciuto del 295% in Europa e del 280% nel mondo. Il Vecchio Continente, in particolare, detiene l’88% del totale globale della superficie vitata bio, pari a 293mila ettari. E l’Italia è il Paese con la maggiore incidenza sul totale della vite coltivata con tecniche bio: 11,9% del totale.

Una vivacità sul lato della domanda che corrisponde all’attenzione crescente dei consumatori. Rispetto all’anno precedente, nel 2016 le vendite di vino biologico Made in Italy hanno fatto registrare una crescita del 53%. Il 25% della popolazione italiana tra i 18 e i 65 anni (12 milioni di persone) ha consumato almeno una volta vino bio nel corso dei 12 mesi precedenti alla rilevazione.

 

Per partecipare al convegno Vino Bio Day è necessario iscriversi attraverso l’apposito form al link: https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSdabbyTuo1u1i0PP3wzP5NvKGm5R3eG0Sb58UJc0qtEkADftA/viewform

FONTI:

http://www.feder.bio/agenda.php?nid=1196

http://www.nomisma.it/index.php/it/press-area/news/item/1580-18-luglio-2017-vino-bio-day/1580-18-luglio-2017-vino-bio-day

Leave a comment