Orticoltura biologica: si può! Se ne parla il 12 dicembre a Sabaudia

orticoltura

È previsto per il prossimo 12 dicembre, a Sabaudia (LT), il convegno dal titolo “L’orticoltura biologica: un’alternativa possibile”.

L’evento sarà l’occasione per conoscere e approfondire quali sono le innovazioni oggi disponibili per il settore dell’orticoltura biologica e gli strumenti che ne possono accompagnare la diffusione nelle aziende della Regione.

Orticoltura biologica: un tema attuale

Il convegno laziale va a toccare un tema estremamente caldo. Soprattutto alla luce degli ultimi dati sulle preferenze dei consumatori europei, sempre più orientati verso un’alimentazione naturale. L’ortofrutta, oggi, rappresenta il 30% dei consumi del settore. Un trend in continua crescita, che non accenna ad arrestarsi e che si accompagna a un progressivo aumento del numero delle aziende e delle superfici coltivate attraverso il metodo biologico. Basti pensare che, in Italia, la sua incidenza supera il 12% della superficie totale. Il 18% nel Lazio.

Dati che, però, cozzano con il numero delle coltivazioni orticole che, pur essendo in crescita, non superano il 2% della superficie biologica nazionale. Nella regione Lazio, gli areali specializzati nella produzione di ortaggi dedicano alla produzione biologica poco più dell’1% della superficie, mettendo in evidenza un deficit produttivo ancora più marcato.

L’evento cercherà quindi di rispondere ad alcune domande: dalle difficoltà che impediscono all’orticoltura biologica di cogliere le condizioni favorevoli di mercato, a quali strumenti possono offrire le Istituzioni regionali (come il PSR 2014-2020) per favorire lo sviluppo del comparto.

Orticoltura biologica: il programma dell’evento

L’apertura dei lavori è prevista alle 9:30 presso l’Auditorium Parco Nazionale del Circeo, con l’intervento di Carlo Hausmann, Assessore Agricoltura Regione Lazio, Paolo Cassola, Direttore Parco Nazionale del Circeo, e Antonio Rosati, Amministratore Unico ARSIAL SUPPORTO E INNOVAZIONI DI PROCESSO.

Alle ore 10 è previsto un focus su “Istituzioni Pubbliche e associative”, durante il quale saranno approfondite le tematiche inerenti alle opportunità previste per il comparto bio dal PSR 2014-2020, il sistema di controllo e i mezzi tecnici per l’agricoltura BIO. Interverranno Luciano Massimo, di ADA Latina Regione Lazio; Sandra di Ferdinando, per ARSIAL; Ivano Soave, di FederBio e Francesco Riva, del MiPAAF.

A seguire, alle 11, si parlerà di Enti di ricerca e divulgazione. In particolare, si approfondiranno i sistemi di gestione colturale in BIO, la selezione di sementi, la produzione di compost, la fertirrigazione e il controllo biologico di fitofagi e patogeni.

Alle ore 12:30, invece, ci si soffermerà su “Tecno BIO”. In particolare: solarizzazione, pacciamatura, sementi BIO, sovesci multifloreali e ortive BIO.

Previsto per le 14:30 un focus dal titolo “Nutro BIO”. Al centro del dibattito ammendamento e correzione, concimazione organica, e vari prodotti naturali da implementare all’interno dell’orticoltura biologica.

Infine, alle ore 16, si parlerà di “Curo BIO”, le soluzioni naturali per la difesa e la salute delle colture.

Per informazioni sull’evento è possibile rivolgersi a:

Dr. Giuseppe La Rocca – Tel. 392-9135284, e-mail: glarocca@regione.lazio.it
Dr.ssa Sandra di Ferdinando – e-mail: s.diferdinando@arsial.it

Si richiede una conferma di partecipazione all’evento da inviare a: bioquality@arsial.it

Fonti:

http://www.feder.bio/agenda.php?nid=1102

http://www.regione.lazio.it/binary/rl_agricoltura/tbl_news/20161205_orticoltura_biologica_locandina.pdf

Leave a comment