Manovra di bilancio: cancellata l’Irpef agricola ed estesi i contributi agli under 40

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Importanti novità per il settore agricolo confermate nella Legge di stabilità 2017, approvata definitivamente in Senato l’8 dicembre. Oltre all’abolizione dell’Irpef agricola, già annunciata dall’allora premier Matteo Renzi a settembre, previste anche nuove esenzioni per agricoltori under 40, lotte agli sprechi alimentari, fondi per il rilancio del comparto ceralicolo.

Vediamo tutte le novità.

Definitivo il taglio dell’Irpef agricola

«Abbiamo tagliato oltre 1,3 miliardi di euro di tasse per gli agricoltori in 2 anni, cancellando Irap e Imu sui terreni e ora tagliando l’Irpef». Così annunciava a un’iniziativa Coldiretti, Matteo Renzi, allora primo ministro, in occasione della presentazione della legge di stabilità 2017. Ora che la norma di bilancio è stata definitivamente approvata dal parlamento, i tagli sono confermati.

In particolare, la riduzione dell’Irpef su redditi dominicali e agrari per il triennio 2017/2019 porteranno a un risparmio per il settore di 134 milioni di euro. A essi vanno aggiunti i tagli su Irap e Imu registrati con la Legge di Stabilità 2016, che porta a un alleggerimento complessivo da 1,3 miliardi di euro per gli imprenditori agricoli.

«Con il via libera definitivo alla manovra sono state approvate importanti misure per la competitività del settore agricolo. Si restituisce all’agricoltura il suo grande valore strategico per la ripresa economica ed occupazionale del paese, ma anche per gli effetti positivi sul piano ambientale e culturale», commenta Coldiretti in una nota.

Legge di stabilità 2017: tutti gli interventi per il comparto agricolo

Oltre al taglio sull’Irpef agricola, la Legge di stabilità interviene in maniera differenziata su tutto il settore agroalimentare e forestale. Ecco le principali novità.

  • Per i primi 3 anni di attività, è prevista l’esenzione totale dai contributi previdenziali per i nuovi imprenditori agricoli under 40. Previste ulteriori riduzioni per il quarto e il quinto anno di attività: rispettivamente del 50 e del 60%.
  • Aumenta di 10 milioni di euro, arrivando complessivamente a 20, il fondo per il rilancio del comparto cerealicolo per gli anni 2018/2019.
  • Estensione del superammortamento e dell’iperammortamento alle imprese agricole con bilancio e ai contoterzisti per l’acquisto di nuove tecnologie, macchinari e attrezzature, nell’ambito dell’agricoltura di precisione e dell’industria 4.0.
  • Previsti incentivi per l’acquisto di beni strumentali che favoriscano la distribuzione gratuita di generi alimentari e non alimentari, allo scopo di limitare gli sprechi.
  • Diminuita l’aliquota per l’accisa sulla birra: rideterminata a 3,02 euro a ettolitro e per grado-Plato.
  • Istituito per gli anni 2017 e 2018 un credito d’imposta fino al 65% per la riqualificazione delle strutture ricettive agrituristiche.
  • Incremento del fondo bieticolo-saccarifero, per complessivi 5 milioni di euro, al fine di razionalizzare e riconvertire la produzione bieticola-saccarifera in Italia.

FONTI:

https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/10703

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2016-09-29/renzi-coldiretti-2017-cancellata-irpef-agricola-153359.shtml?uuid=ADWSJOTB&refresh_ce=1

https://www.forexinfo.it/irpef-abolizione-imprese-agricole-legge-bilancio-2017

http://agronotizie.imagelinenetwork.com/agricoltura-economia-politica/2016/12/13/legge-di-bilancio-azzerata-l-irpef-agricola/52238

Leave a comment