Approvato alla Camera il Collegato Agricoltura. Tra le novità un Sistema informativo per il biologico

collegato_agricolturaIl 18 febbraio scorso, è stato approvato dalla Camera dei Deputati con 240 voti a favore, nessun contrario e 120 astenuti, il Collegato Agricoltura (disegno di legge ‘Deleghe al Governo e ulteriori disposizioni in materia di semplificazione, razionalizzazione e competitività dei settori agricolo e agroalimentare, nonché sanzioni in materia di pesca illegale’).

Il documento, che passa ora all’esame del Senato,  contiene deleghe al Governo e un ventaglio di disposizioni su semplificazione, razionalizzazione e competitività dei settori agroalimentare, pesca e acquacoltura.

All’interno, sono presenti diversi provvedimenti, tra cui: facilitazioni per l’accesso dei giovani alle professioni agricole; innovazione informatica e tecnologica; semplificazione amministrativa; la definizione normativa della birra artigianale; l’avvio del Sistema informativo per il biologico, e l’istituzione della “Banca delle terre agricole”.

Secondo quanto affermato dal ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina, il provvedimento è fondamentale e “consente di avere strumenti utili a impostare nel migliore dei modi le attività dei prossimi mesi. Un’agenda che ci vede in prima linea sul fronte dei controlli e delle semplificazioni ma anche su quelli dello sviluppo, dell’innovazione e del ricambio generazionale in un comparto che si conferma centrale per l’economia del nostro Paese“.

Tra le principali novità, l’istituzione del Sistema informativo per il biologico (Sib) e, presso l’Ismea, della nuova ‘Banca delle terre agricole’. Quest’ultima avrà l’obiettivo di costituire un inventario dei terreni agricoli disponibili a causa dell’abbandono e dei prepensionamenti.

Saranno ridotti da 180 a 60 giorni i termini entro i quali la PA deve adottare il provvedimento finale dal ricevimento della richiesta presentata dal Centro di assistenza agricola (CAA).

Prevista anche l’introduzione di quote rosa da rispettare nei consigli di amministrazione dei Consorzi di tutela, almeno il 20%, la delega alla gestione di boschi e foreste, un sistema di riconoscimento certo dei prodotti del settore apistico, la valorizzazione della filiera del riso, anche come valore culturale e ambientale.

Il provvedimento – sottolinea il Vice Ministro Andrea Olivero – dimostra l’ottimo lavoro di squadra tra Governo e Parlamento. Dotiamo il sistema di strumenti idonei ad accrescere l’innovazione, la semplificazione e la competitività dell’agroalimentare italiano. Ci sono elementi strategici per l’agricoltura del futuro insieme a norme puntuali per lo sviluppo di singoli settori che possono
contare su disposizioni specifiche
“.

Fonti:

http://www.ansa.it/canale_terraegusto/notizie/in_breve/2016/02/20/da-birra-artigianale-a-banca-dati-biologico-si-a-collegato_cc25a2de-74e3-4442-a5e7-abf6a34289cc.html

http://www.informatoreagrario.it/ita/News/scheda.asp?ID=2582

https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/9753

http://www.ilsole24ore.com/art/impresa-e-territori/2016-02-18/la-camera-approva-collegato-agricoltura-testo-torna-senato-151123.shtml?uuid=ACAbFDXC

Leave a comment