Le Associazioni green e bio chiedono un incontro sulla PAC con il Ministro De Girolamo

Il tavolo unitario delle 14 Associazioni ambientaliste e dell’agricoltura biologica tornano a chiedere un incontro al Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali Nunzia De Girolamo e agli Assessori all’Agricoltura e all’Ambiente riguardo l’applicazione della nuova PAC.

E’ infatti unanime nel mondo bio e ambientalista la preoccupazione per un accordo, quello del 25 giugno u.s., in cui ambiente e sostenibilità restano ai margini delle scelte dell’Unione.

“L’accordo raggiunto a livello europeo non ha prodotto la riforma della PAC attesa dai cittadini e dalla componente più avanzata del mondo agricolo che in  questo momento di crisi economica chiedevano una svolta radicale verso un nuovo modello agricolo in grado di premiare le aziende  più virtuose, che producono i maggiori benefici per la società, cibo sano, tutela dell’ambiente e capacità di creare  lavoro per i giovani. Adesso ci sono alcune scelte che spettano all’Italia e che possono cercare d’interpretare le aspettative e le richieste della maggioranza dei cittadini per un’agricoltura più sostenibile, attenta ai beni comuni e all’interesse generale e su queste scelte chiediamo di essere ascoltati per poter contribuire portando le nostre proposte ” ha dichiarato la portavoce del Tavolo Maria Grazia Mammuccini.

Le Associazioni chiedono inoltre che prosegua la definizione del Piano di Azione Nazionale (PAN) per l’uso sostenibile dei fitofarmaci, utile anche per la definizione delle misure agroambientali della nuova programmazione dello Sviluppo Rurale, con lo scopo prioritario, rimarcano in un comunicato, che vengano tutelate innanzitutto la salute dei cittadini e degli agricoltori, la qualità dell’ambiente e delle aree rurali e  la sicurezza.

Fonte: Tavolo Unitario Associazioni

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *