Ecco il diserbante green ‘amico’ delle api: l’innovazione dalla Sardegna

L’attenzione dei consumatori verso prodotti sani e biologici è in costante crescita. Sempre di più, in Italia e nel mondo, le aziende agricole preferiscono quindi optare per soluzioni green quando si tratta di allontanare i fitofagi e limitare la crescita delle piante infestanti. Dalla Sardegna, oggi arriva una soluzione completamente ecocompatibile e rinnovabile per un diserbante green.

ORTOLANA Natural: il diserbante eco

Su idea dell’azienda Geolana Geowool Ortolana, e della sua fondatrice Daniela Ducato, nasce “il primo diserbante al mondo a base di olio di oliva, malvasia, estratti di lana di pecora e derivati apistici agricoli e del food”. Si tratta di una sorta di cappotto termico, che sfrutta il calore del vapore per attivare la propria azione siccativa-erbicida. Non ha elementi chimici dannosi al proprio interno. È “amico delle api”, come lo definisce l’azienda. E non produce danni al suolo, ma anzi lo cura e protegge.

Viene vaporizzato con mezzi agricoli meccanici e utilizza solo ingredienti rinnovabili e ‘di scarto’.

«Pesticidi ed erbicidi sono sostanze tossiche, persistenti, bioaccumulabili», leggiamo sul sito del produttore. Sostanze che «con facilità penetrano nella catena alimentare anche come multiresidui riscontrabili perfino nei cordoni ombelicali e nel latte materno. In Italia il consumo di tali sostanze in orti, vigneti e frutteti è tra i più alti d’Europa: ogni anno si utilizzano circa 135.000 tonnellate di pesticidi, con una media di oltre 5 kg per ettaro».

Il diserbante viene realizzato in 3 versioni, a seconda delle esigenze:

  • FRUIT: specifico per vigneti e frutteti.
  • GREENERY: prodotto ideato per le orticole, con aggiunta di legumi e birra.
  • CITY: diserbante esclusivamente pensato per il verde urbano. A questa soluzione si aggiungono sughero e birra.

La creatrice del diserbante green: Daniela Ducato “campionessa di innovazione”

Daniela Ducato, cagliaritana, fondatrice di Geowool, non è nuova all’innovazione nel campo green. Nel 2015 è stata nominata Cavaliere della Repubblica da Sergio Mattarella: «Campionessa mondiale di innovazione, orgoglio della nostra Italia migliore». Queste le parole che il Presidente della Repubblica le ha dedicato in quell’occasione.

Eletta migliore innovatrice italiana nel 2011. A Stoccolma, il settore europeo dell’eco-friendly l’ha insignita del riconoscimento come migliore innovatrice del continente. A Nuova Delhi, in occasione del Forum mondiale dell’economia e della parità di genere, è stata inserita tra le 20 persone che stanno cambiando il pianeta nel settore dei biomateriali.

Il suo motto è: trasformare le eccedenze in eccellenze. E quindi tutto quello che è “scarto” della produzione agroalimentare e tessile – lana di pecora, carciofi, sughero, vino, birra e così via – ottiene nuova vita. Oltre al diserbante eco, la sua azienda è specializzata nella creazione di soluzioni disinquinanti, come gli oleo-assorbitori disinquinanti Geolana, e le soluzioni save-soil, per la tutela dei terreni.

FONTE:

http://www.rivistanatura.com/diserbare-senza-chimica/

http://www.geowool.com/index.php/it/prodotti-2/ortolana-salvacibo/ortolana-natural-weed-control-diserbante-all-olio-di-oliva-per-macchinari-agricoli-preposti

http://www.geowool.com/index.php/it/info-thanks-2

http://www.ilsole24ore.com/art/food/2016-12-09/l-altra-faccia-vino-diserbante-base-malvasia-e-colori–nero-d-avola-e-cannonau-191314.shtml?uuid=ADAm0jAC

http://www.ansa.it/sardegna/notizie/2017/02/23/donne-al-vertice-ducato-top-innovazione_136177a2-f6df-4f17-9055-a8883b002ad9.html

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *