I benefici degli alimenti biologici sull’organismo in un rapporto diffuso dal Parlamento Europeo

Il Parlamento Europeo ha commissionato un nuovo rapporto finalizzato a evidenziare i benefici che il consumo di alimenti biologici può avere sulla salute umana.

Il documento è frutto della raccolta della letteratura scientifica esistente a riguardo.

Dal punto di vista dell’Unione Europea, sostenere la costruzione di sistemi alimentari sostenibili e sani è una priorità internazionale. Non solo per l’ambiente, ma soprattutto per la salute pubblica.

Ecco quanto evidenziato dal rapporto.

Gli alimenti biologici riducono l’esposizione ai pesticidi

Gli studi epidemiologici condotti finora hanno ampiamente dimostrato gli effetti negativi che l’esposizione ai pesticidi, anche a bassa intensità, può avere sullo sviluppo cognitivo dei bambini.

Il consumo di alimenti biologici riduce l’esposizione dei gruppi vulnerabili ai fitofarmaci di sintesi.

Ma, secondo il rapporto, non è sufficiente che le persone scelgano di mangiare bio per evitare i pesticidi. È altrettanto importante che il legislatore prenda in considerazione gli effetti nocivi sulla salute dell’esposizione a pesticidi nell’atto di valutare la sicurezza dei prodotti chimici adoperati in agricoltura.

L’agricoltura biologica si basa in gran parte sull’adozione di misure preventive per la protezione delle piante. Per questo, l’uso di pesticidi è in gran parte vietato. Tuttavia, esistono alcuni prodotti che, in via eccezionale, possono essere adoperati come misura curativa per le piante, ma si tratta comunque di sostanze a basso rischio tossicologico.

Minor assimilazione da parte dell’organismo di metalli pesanti

Un altro beneficio dato dal consumo di alimenti biologici è legato al minor rischio di assimilare metalli pesanti tossici.

In particolare, gli autori del rapporto hanno preso come modello gli studi condotti sul cadmio, un metallo pesante altamente tossico. Questa sostanza si accumula nelle colture convenzionali a causa dell’uso sistematico di fertilizzanti sintetici.

Gli alimenti biologici contengono livelli significativamente più bassi di cadmio. Questo perché gli agricoltori utilizzano fertilizzanti naturali come il letame, il compost, colture di copertura e sovesci. Tecniche colturali che determinano quantitativi decisamente più bassi di metalli pesanti nei prodotti.

Minor rischio di obesità infantile

Mangiare sano significa anche crescere in modo sano. Diversi studi, infatti, evidenziano una correlazione tra la scelta di alimenti biologici e un minor rischio di obesità infantile. Anche se gli studiosi indicano che sono necessarie ulteriori ricerche a conferma di questa tesi, i dati sono comunque incoraggianti.

Un modo per combattere i batteri resistenti agli antibiotici

Consumare cibi biologici è anche una possibile arma nella lotta contro i batteri resistenti agli antibiotici. Nel caso degli allevamenti sostenibili, infatti, gli animali non sono trattati con antibiotici, se non in circostanze veramente estreme. Una tendenza ampiamente diffusa, invece, negli allevamenti convenzionali. È per questo che i batteri resistenti agli antibiotici sono molto meno diffusi nelle aziende biologiche.

I benefici che mangiare cibo sano ha sull’organismo sono chiari. È necessario però un impegno concreto da parte dell’Unione Europea di impegnarsi in azioni politiche incisive che favoriscano e promuovano lo sviluppo dell’agricoltura biologica.

 

FONTI:

http://www.sinab.it/bionovita/benefici-la-salute-dagli-alimenti-biologici-una-relazione-del-parlamento-europeo

http://www.europarl.europa.eu/RegData/etudes/STUD/2016/581922/EPRS_STU%282016%29581922_EN.pdf

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *